Guarda all’interno del DOP: l’alfabeto fonetico e altro


Prefazione alla prima edizione

Per ascoltare le pronunzie è necessario attivare il player flash che può essere scaricato gratuitamente cliccando qui.

il rapido diffondersi della radio e poi della televisione ha prodotto effetti grandiosi e in parte imprevisti su tutta la vita modernama forse il campo dove piu si manifesta questazione e quello della lingua prima che i moderni mezzi di comunicazione sociale venissero a dare un nuovo volto alla nostra societa ogni parlante si rivolgeva a una cerchia ristretta oggi luditorio ideale sestende si puo dire a tutta la nazionetra il secolo xv e il xvi lintroduzione della stampa contribui nel giro di due o tre generazioni ad allargare oltre misura le cerchie dei lettori e porto a una relativa unita della lingua scritta offrendo piu in particolare una serie di modelli a cui gli stampatori e gli uomini di lettere poterono conformare i loro usi ortografici individuali fino a quel tempo assai divergenti gli uni dagli altri allo stesso modo nel nostro secolo la radio e la televisione hanno dato e stanno tuttora dando unenorme spinta verso una piu estesa conoscenza e padronanza della lingua parlata e anche in ispecie verso il consolidamento dun tipo di pronunzia italiana superiore alle varieta dialettali e agli usi individuali la lingua nazionale non puo essere piu un patrimonio di minoranze un monopolio di certe province o di certe classi e che una sua sempre piu stretta unificazione si stia preparando come il naturale sviluppo della sua storia piu recente si vede da molteplici segnila radio ha avvertito fin dalle sue origini prima ancora che il dovere la necessita daffrontare il problema si trattava a tacer daltro dun compito tecnico che non le era lecito eludere perche se a un ospite che venga occasionalmente intervistato non si puo chiedere dabbandonare le proprie consuetudini e invece indispensabile che sia instaurata una certa uniformita fra coloro che hanno lincombenza professionale di far sentire col mezzo della loro voce quella che per il pubblico e la voce della radiolente a cui e stata affidata la cura delle trasmissioni radiofoniche e poi di quelle televisive ha sempre tenuto presente questa esigenza pur rendendosi conto di come siano complesse le ragioni che la giustificano e di quanto sia necessaria unattenta gradualita nel suo soddisfacimento nei concorsi per lassunzione dannunciatori e stato prescritto che la loro pronunzia debba essere scevra da inflessioni dialettali nei corsi di formazione professionale e stata data una parte preminente allinsegnamento teorico e pratico della pronunzia e della dizione cosi per la lingua italiana come per le maggiori lingue straniere presso la sede di firenze dove questi corsi si sono svolti dal 1952 in poi sono state poste le basi dun centro daddestramento gia dotato non solo di modernissime attrezzature audiovisive ma anche duna biblioteca specializzata che negli ultimi anni se venuta a mano a mano arricchendo tra le altre pubblicazioni di varia cultura linguistica di numerose opere di consultazione atte a chiarire i dubbi di pronunzia presentati da vocaboli comuni e da nomi propri italiani e stranieri